NEPAL – Ai piedi dell’Himalaya tra templi e natura

 

NEPAL
AI PIEDI DELL’HIMALAYA TRA TEMPLI E NATURA
10 Giorni

Dalla Valle di Kathmandu al Parco Nazionale di Chitwan

partenze 22/04/22 – 12/08/22 – 30/12/22

 

 

Un paese dalla ricca cultura millenaria che conserva le più antiche tradizioni buddhiste e induiste, dove le più alte vette del mondo circondano foreste tropicali e pianure coltivate. La splendida Valle di Kathmandu disseminata di siti di origine medioevale che riservano spaccati di vita immutati nei secoli: le antiche capitali di Bhaktapur (UNESCO), Patan (UNESCO) e Kathmandu (UNESCO), dove la maestria degli artisti newari raggiunse il massimo splendore nell’architettura di templi, pagode, palazzi e piazze; i maestosi stupa di Bodnath (UNESCO) e Swayanbunath (UNESCO); la sacra Pashupatinath (UNESCO) con le cremazioni sul sacro fiume Bagmati. Il Parco Nazionale di Chitwan, (UNESCO), nella foresta del Terai, ex riserva di caccia della famiglia reale, uno degli ultimi santuari che proteggono il rinoceronte asiatico e la tigre reale, dove si effettua un safari a dorso di elefante. Lumbini, il luogo di nascita di Buddha, iscritto nella lista Patrimonio dell’Umanità UNESCO con il merito di essere: “un luogo unico e una testimonianza eccezionale di una tradizione culturale e di una architettura straordinaria illustrante significative tappe della storia umana”. La tranquilla Pokhara, sulle rive del Lago Phewa, ai piedi dell’imponente catena montuosa dell’Annapurna (8.091 m).

 

PROGRAMMA DI VIAGGIO

1° giorno : Partenza dall’Italia
Partenza con voli di linea dall’Italia per Kathmandu via scalo intermedio.
Cena e pernottamento a bordo.

2° e 3° giorno: Kathmandu
La Durbar Square di Kathmandu, la Casa-Tempio della Dea Vivente e il Tempio delle Scimmie Arrivo a Kathmandu (1.300 m) in tarda mattinata, espletamento delle formalità d’ingresso, accoglienza da parte dello staff locale e trasferimento in hotel (le camere sono disponibili a partire dalle 13.00). Nel pomeriggio visita della Durbar Square di Kathmandu, Patrimonio dell’Umanità
UNESCO, che è da sempre il cuore della città vecchia nonché uno splendido retaggio dell’architettura tradizionale. La Casa-Tempio della Kumari, dove se fortunati si riesce ad ammirare la giovane Dea Vivente affacciata al balcone; il Palazzo Reale della dinastia Malla, Hanuman Dokha, che prende il nome dalla statua di pietra di Hanuman, il dio scimmia hindu, che si trova vicino alla porta d’ingresso principale. Si prosegue con l’escursione a Swayambunath, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, un antico complesso religioso situato in cima a una collina a ovest della capitale, conosciuto come Tempio delle Scimmie per le numerose scimmie che popolano il sito. Per i buddhisti nepalesi la collina di Swayambunath, con l’antico stupa dagli occhi compassionevoli di Buddha, riveste un ruolo primario ed è uno dei più sacri luoghi di pellegrinaggio. Pernottamento in hotel. Pasti: colazione in hotel, pranzo e cena liberi. Pernottamento (Soaltee Crowne Plaza 5* )

4° giorno : Parco Nazionale Chitwan
L’escursione in canoa lungo il fiume e il safari a dorso di elefante Un’intera giornata dedicata al Parco Nazionale Chitwan. Presto al mattino, dopo la prima colazione, escursione in canoa lungo il fiume Rapti, un’eccellente opportunità per osservare varie specie di uccelli e due rare specie di coccodrilli: il Marsh Magger e il Gaviale del Gange. Rientro al lodge per il pranzo. Nel pomeriggio entusiasmante safari a dorso di elefante, il miglior mezzo di trasporto per la ricerca degli animali che vivono nel parco. Nel tardo pomeriggio spettacolo di danze tradizionali Tharu. Pernottamento in lodge. Pasti: colazione in hotel, pranzo e cena in lodge. Pernottamento (Tigerland Safari Resort )

5° giorno: Parco Nazionale Chitwan – Lumbini (circa 150 Km)
L’Elephant Breeding Centre e il luogo di nascita di Siddharta Dopo la prima colazione visita dell’Elephant Breeding Centre (centro per la riproduzione e la salvaguardia degli elefanti). Partenza verso ovest per Lumbini, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, luogo di nascita di Siddhartha (circa 563 a.C.), che si trova nel Distretto di Rupandehi, nei pressi del confine con l’India. Nel pomeriggio, visita del Tempio Maya Devi e del Giardino Sacro dove nel 1966 è stata portata alla luce una pietra che segna il punto esatto in cui Maya Devi diede alla luce il piccolo Buddha. Lumbini, “l’incantevole”, è un sito che evoca per i buddhisti un sentimento religioso pari a quello evocato da Gerusalemme per i cristiani e dalla Mecca per i musulmani. Dal 1997 il sito è iscritto nella lista Patrimonio dell’Umanità UNESCO con il merito di essere: “un luogo unico e una testimonianza eccezionale di una tradizione culturale e di una architettura straordinaria illustrante significanti tappe della storia umana”. Pernottamento in hotel. Pasti: colazione in lodge, pranzo libero, cena in hotel. Pernottamento (Hotel Kasai )

6° giorno: Lumbini – Tansen – Pokhara (circa 200 Km)
Tra le colline del Nepal occidentale e la Porta dell’Annapurna Dopo la prima colazione partenza verso nord-est per Pokhara. Lungo il percorso sosta per la visita della cittadina di Tansen (1.310 m), il centro amministrativo del distretto di Palpa, tra le “colline” del Nepal occidentale. Fu capitale del regno locale di Magar Tanahun che nel XVI secolo, sotto la guida del re Mukunda Sen, riuscì quasi a inglobare la Valle di Kathmandu. Nel XVIII secolo perse la sua influenza e divenne un importante centro di scambi lungo la via commerciale tra l’India e il Tibet. Si prosegue verso nord-est per Pokhara (880 m), considerata la porta dell’Annapurna, posta ai piedi delle più alte vette del pianeta, nei pressi di tre laghi e del fiume Seti. Da qui è ben visibile la catena dell’Annapurna che si specchia nelle acque del vicino lago Phewa. Pernottamento in resort. Pasti: colazione in hotel, pranzo libero, cena in resort. Pernottamento (Temple Tree Resort and spa 4* )

7° giorno : Pokhara – Sarangkot – Bandipur (circa 100 Km)
Le vedute himalayane dal villaggio di Sarangkot e il villaggio e il museo vivente di arte e cultura newari Presto al mattino partenza per il piccolo villaggio di Sarangkot (1.600 m), per godere di un’indimenticabile alba con vista del lago e delle montagne circostanti. Nelle giornate limpide si riescono a vedere alcune delle più belle vette dell’Himalaya, tra le quali il Machapuchare (6.944
m) il cui nome tradotto vuol dire “coda di pesce”, anche se è più nota con l’appellativo di “Cervino dell’Himalaya”. Rientro a Pokhara per la prima colazione. Escursione in barca sul lago Phewa per raggiungere l’isolotto con il tempio di Tal Barahi. Visita delle David Falls, della Grotta di Gupteswar e del campo dei rifugiati tibetani. Partenza verso sud-est per Bandipur, un villaggio ben conservato sul crinale di una montagna a 1.030 metri di altitudine. Un museo vivente di arte e cultura newari, con stradine tortuose fiancheggiate da edifici tradizionali dove il tempo sembra essersi fermato. Pernottamento in resort. Pasti: colazione in resort, pranzo libero, cena in resort. Pernottamento (Gaun Ghar Hotel )

8° giorno: Bandipur – Patan – Nagarkot (circa 170 Km)
La “città della bellezza” una delle antiche capitali del Nepal Dopo la prima colazione partenza verso sud-est per Patan, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, la “città della bellezza”, una delle antiche capitali del Nepal. Qui la maestria degli artisti newari raggiunse il massimo splendore, nell’architettura dei templi, delle case, delle piazze. Si percorrono le strette vie contornate da palazzi medioevali, accompagnati dal sorriso dei bambini e dai gesti antichi dei suoi abitanti. Si prosegue verso est per il villaggio di Nagarkot (1.980 m), considerato il miglior punto panoramico sull’Himalaya. Pranzo libero. Cena e pernottamento in resort. Pasti: colazione in resort, pranzo libero, cena in resort. Pernottamento (Club Himalaya Resort )

9° giorno :Nagarkot – Bhaktapur – Pashupatinath – Bodnath – Kathmandu (circa 50 Km)
Le atmosfere medioevali di Bhaktapur, il sacro luogo delle cremazioni, l’imponente stupa Sveglia presto al mattino per godere, tempo permettendo, di una splendida veduta delle più alte
vette del mondo: si spazia dal Dalaugiri a ovest, all’Annapurna, all’Everest, quasi un punto insignificante all’orizzonte, per poi finire con il Kanchendzonga ad est. Dopo la prima colazione
partenza per Bhaktapur, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, la “città dei devoti”, che regala con la sua atmosfera medioevale intatta nei ritmi, nelle preghiere, nei canti sacri, emozioni indimenticabili. Visita della cittadina: le antiche piazze, il quartiere dei vasai, l’importante tempio a cinque piani di Nyatapola, la Porta d’Oro, la Porta dei Leoni, il Palazzo dalle 55 finestre. Si
prosegue per Pashupatinath, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, luogo sacro per gli induisti, meta di pellegrini da tutta l’Asia. Dedicato a Shiva è il centro delle cremazioni sul sacro fiume
Bagmati, affluente del Gange. Si continua per Bodnath, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, centro della cultura tibetana, dominato dall’imponente stupa che si circoambula in senso antiorario insieme ai pellegrini tibetani e ai monaci, fra bandiere di preghiera mosse dal vento. Nel tardo pomeriggio rientro a Kathmandu. Pernottamento in hotel. Pasti: colazione in resort, pranzo e cena liberi. Pernottamento (Soaltee Crowne Plaza 5* )

10° giorno : Kathmandu – Italia
Dopo la prima colazione trasferimento all’aeroporto per il volo di rientro in Italia con volo di
linea via scalo intermedio. L’arrivo è previsto in tarda serata

 

Sistemazioni previste
Bandipur (Nepal): Gaun Ghar Hotel
Chitwan (Nepal): Tigerland Safari Resort
Kathmandu : Soaltee Crowne Plaza 5*
Lumbini (Nepal): Hotel Kasai
Nagarkot (Nepal): Club Himalaya Resort
Pokhara : Temple Tree Resort and spa 4*

Altre informazioni:
Organizzazione e trasporti – Si utilizzano autovetture o minibus di diverso modello a seconda
del numero dei partecipanti. Il viaggio viene effettuato con guida locale parlante italiano.
Accompagnatore dall’Italia con un minimo di 10 partecipanti.
Pernottamenti e pasti – Sistemazioni in hotel e resort di buon livello come specificato sopra.
Pernottamento e prima colazione a Kathmandu, e; mezza pensione a Lumbini, Pokhara, Bandipur
e Nagarkot (4 cene); pensione completa nel Chitwan National Park (2 pranzi e 2 cene). I pasti
vengono consumati nei ristoranti delle strutture dove è previsto il pernottamento. Possibilità di
pernottamento presso lo storico Hotel Dwarika’s 5* a Kathmandu con supplemento.
Clima – Il periodo migliore per visitare il paese va da Ottobre ad Aprile, durante la stagione
fredda e secca. Le temperature diurne variano tra i 20°C e i 25°C mentre quelle notturne tra i
10°C e i 15°C. Tuttavia, questo viaggio si può tranquillamente effettuare anche durante il periodo
delle piogge, in Luglio–Agosto, quando la vista delle montagne potrebbe però essere preclusa da
una spessa coltre di nubi.
Disposizioni sanitarie – Non è obbligatoria alcuna vaccinazione. Si consiglia comunque di
informarsi presso l’Ufficio d’Igiene provinciale.
Formalità burocratiche – Il visto Nepal si ottiene in ingresso, con passaporto valido almeno 6
mesi, al costo di US$ 30
Caratteristiche del viaggio e grado di difficoltà – Viaggio di spiccato interesse culturale e
naturalistico. Confortevole e rilassante. Non si raggiungono quote elevate.